Eventuali sconti saranno applicati in fase di checkout

Come nascondere il sudore sotto la camicia, anche se è bianca, indossi la cravatta e ci sono 40 gradi all'ombra

problema sudore camicia

Se lavori a contatto con il pubblico e devi indossare giacca, camicia e cravatta anche d'estate, il rischio di trovarti completamente macchiato di sudore, mentre svolgi la tua attività è altissimo. Non è assolutamente bello da vedere e ti mette a disagio con i tuoi colleghi e con i tuoi clienti.

Se sei un avvocato e devi presenziare in tribunale, ti toccherà anche indossare la toga. Se sei un dirigente e hai importanti incarichi di responsabilità, vestirsi in maniera formale sarà praticamente obbligatorio anche quando in ufficio ci sarete solo tu, il tuo assistente e le carte da leggere.

Se hai un’importante riunione di lavoro, un incontro decisivo con un cliente che sta per firmare un contratto o per accettare la tua proposta commerciale, apparire sciatto, sudato e in disordine, agli occhi di chi hai di fronte, ti farà sembrare non preparato e non autorevole, con il rischio di fare brutta figura e di non portare a casa i frutti del tuo impegno.

Non è servito a nulla, se non ad aumentare la tua ansia, il tuo stress e a non lavorare serenamente.

La camicia “bianca” è obbligatoria se sei in ufficio, dietro lo sportello di una banca o in uno studio di consulenza a contatto con il pubblico. L’aria condizionata può aiutare, ma non risolve il tuo problema di sudorazione, soprattutto se è eccessiva. Una cravatta ben allacciata ti rende elegante e ordinato, ma ti fa soffrire il caldo e aumentare la traspirazione corporea (e quindi la sudorazione). Se poi aggiungi la giacca è la fine. Può essere in lino, in cotone, in “fresco lana”, in quello che vuoi. La camicia sotto sarà più bagnata di certe magliette appena uscite da un bucato in lavatrice.

Sappiamo, che se fosse per te un pantalone leggero e una polo sarebbero sufficienti per stare bene, ma ci sono momenti e ci sono situazioni in cui sei obbligato a portare un abbigliamento formale. Anche se è piena estate e la colonnina di mercurio non scende sotto i 35 gradi (se poi ci si mette anche l’umidità, è la fine…).

Sappiamo anche questo. Hai provato deodoranti specifici, ti sei riempito di borotalco come una cotoletta impanata e ti sei magari affidato ad alcuni prodotti concorrenti. Magliette in fibra sintetica con dei “pannolini” da inserire sotto le ascelle, che devi cambiare periodicamente e che non sono per nulla comode a contatto con la pelle. Il poliestere va bene se devi fare sport, perché espelle il sudore, allontanandolo dalla tua epidermide. Il problema è che poi trasferisce tutto sui vestiti che hai messo sopra.

La soluzione al tuo problema

Noi abbiamo la soluzione. Una maglia intima, con collo rotondo o a V a seconda di quello che devi indossare, che assorbe il sudore, senza trasferirlo sui vestiti che indossi, senza bisogno di "pannolini" ascellari, come i nostri prodotti concorrenti.

La maglia NEAT assorbirà quasi interamente tutto il sudore che produci, nascondendolo al suo interno. Nessuna macchia sulla camicia, neanche dopo ore di lavoro senza aria condizionata e sotto pressione.

Che siano le nove di un’assolata mattina o le sedici di un torrido pomeriggio, nessuno riuscirà a notare la differenza. Apparirai sempre perfetto, in ordine e autorevole sia rispetto ai tuoi colleghi, sia per i tuoi clienti.

La maglia ha solo il 6% di fibre sintetiche. Servono a evitare di doverle stirare una volta tirate fuori dalla lavatrice, in modo da indossarle immediatamente una volta asciutte. Il 94% restante è puro cotone di altissima qualità.